giovedì 6 settembre 2007

Preghiera di un clown



(dal film Il più comico spettacolo del mondo)

Noi ti ringraziamo nostro buon Protettore per averci dato anche oggi la forza di fare il più bello spettacolo del mondo. Tu che proteggi uomini, animali e baracconi, tu che rendi i leoni docili come gli uomini e gli uomini coraggiosi come i leoni, tu che ogni sera presti agli acrobati le ali degli angeli, fa' che sulla nostra mensa non venga mai a mancare pane ed applausi. Noi ti chiediamo protezione, ma se non ne fossimo degni, se qualche disgrazia dovesse accaderci, fa che avvenga dopo lo spettacolo e, in ogni caso, ricordati di salvare prima le bestie e i bambini. Tu che permetti ai nani e ai giganti di essere ugualmente felici, tu che sei la vera, l'unica rete dei nostri pericolosi esercizi, fa' che in nessun momento della nostra vita venga a mancarci una tenda, una pista e un riflettore. Guardaci dalle unghie delle nostre donne, ché da quelle delle tigri ci guardiamo noi, dacci ancora la forza di far ridere gli uomini, di sopportare serenamante le loro assordanti risate e lascia pure che essi ci credano felici. Più ho voglia di piangere e più gli uomini si divertono, ma non importa, io li perdono, un pò perchè essi non sanno, un pò per amor Tuo, e un pò perchè hanno pagato il biglietto. Se le mie buffonate servono ad alleviare le loro pene, rendi pure questa mia faccia ancora più ridicola, ma aiutami a portarla in giro con disinvoltura. C'è tanta gente che si diverte a far piangere l'umanità, noi dobbiamo soffrire per divertirla; manda, se puoi, qualcuno su questo mondo capace di far ridere me come io faccio ridere gli altri.

Antonio De Curtis - Totò

2 commenti:

fratello ha detto...

il mio compito è far ridere la gente, farla stare bene.
la gente: quella che non ha mai tempo per te,
quella che se gli servi ti spreme, ti usa come meglio crede;
ma il mio è un amore incondizionato per la gente.
Io sorrido quando vedo che chi mi sta intorno sta bene
e sono triste quando gli altri sono tristi.
Sono un clown; quello che quando lo spettacolo finisce resta solo, ma sorride pensando alla gente che ha sorriso e pensando soprattuto che domani ci sarà un nuovo spettacolo, che avrà come unico scopo quello di far ridere chi non mi vuol bene
e chi me ne vuole.
sorellì, tra gli spettatori ci sei anche tu, con un posto sempre in prima fila e sei colei che più di tutti,coi tuoi pianti e i tuoi sorrisi, colorerai tantissimi momenti della mia vita.
TI VOGLIO BENE

Ros ha detto...

ridi e fai ridere, tesoro bello, vivi ogni momento intensamente e urla e grida al mondo la tua voce, quella del tuo cuore grande! io ti sono accanto, nel riso e nel pianto. t'accompagno nel viaggio, col bene grande che ti voglio!